[11/02]Op.Easy Day

Sezione dedicata per la COMUNICAZIONE e la CONFERMA DI PARTECIPAZIONE ad EVENTI MESSI IN PROGRAMMA dal direttivo del clan.
Locked
User avatar
Andrea
First Sergeant
First Sergeant
Posts: 348
Joined: 16 Apr 2017, 21:30

[11/02]Op.Easy Day

Post by Andrea » 08 Feb 2019, 00:44

"{9GU}Op. Easy Day"

by {9GU}Baciamattoni



Image

Tipologia: COOP
Ambientazione: Somalia
Loadout: {9GU}LOADOUT_SCRIPT TRAMITE {9GU}GAME_SYSTEM
Radio: {9GU}RADIO_SCRIPT TRAMITE {9GU}GAME_SYSTEM
Respawn: Si, in Base, 10 secondi di attesa dopo 60 MINUTI DI BLEEDOUT – VIETATO FARE RESPAWN
Sistema Medico:Sistema medico ACE3 AVANZATO


CONTESTO

Negli ultimi dieci anni la situazione politica in somalia ha fatto si che le già presenti milizie e i relativi signori della guerra somali, approfitassero di un forte clima di corruzione e destabilità del governo centrale per accaparrarsi una grande fetta dell'economia nazionale. Tale potere ha portato molte milizie, con una forte connotazione islamica integralista, a stringere patti ed alleanze con i cugini mediorientali di ISIS ed ISIL per ottenere vantaggi nell'importazione di petrolio fornendo in cambio grossi quantitativi di armi. A poco sono serviti i vari tentativi dell'Esercito regolare somalo di contrastare tali traffici, le operazioni effettuate contro i Signori della guerra, infatti, hanno sempre creato molte vittime tra i civili senza ottenere risultati concreti nel contrasto alle varie bande armate. In questo contesto, la milizia del signore della guerra Hassan Muhammad, è riuscita ad ottenere i consensi del popolo somalo in particolare quelli dei cittadini della capitale Mogadiscio che negli ultimi mesi stanno mettendo a ferro e fuoco la città per capovolgere il governo nazionale ed erigere Hassan Muhammad come presidente della Somalia.

SITUAZIONE
Durante una rappresaglia contro l'attuale governo somalo, i miliziani di Hassan Muhammad hanno preso di mira l'ambasciata Americana a Mogadiscio rapendo l'ambasciatore americano Donald Mckenzie. Nell'attacco è stata uccisa l'intera scorta e risparmiati i civili, lo stesso Muhammad ha rivendicato l'azione dichiarando alla stampa internazionale che " il rapimento dell'ambasciatore servirà da garanzia per scongiurare un intervento americano nei confronti delle sue milizie, attualmente impegnate nel tentativo di donare alla Somalia un degno rappresentante che la governi".
Nemmeno tre ore dopo l'evento, il capo di Stato Maggiore della Difesa americano schiera una flotta navale davanti le coste somale, con a bordo pronti ad intervenire il "team six" dei Seal's ed invia dei negoziatori per la liberazione dell' ammbasciatore Mckenzie.

INCARICHI

I tentativi di negoziazione da parte degli agenti della CIA non sono andati a buon fine, i somali non sanno della nostra presenza in mare aperto quindi il governo ha optato per l'azione di recupero dell'ostaggio tramite la forza. Non sappiamo dove tengono nascosto l'ambasciatore, i satelliti rilevano combattimenti in tutta la città tranne che in una villa in coord. 1104-9520 dove il comando ritiene di poter ottenere informazioni sull'ostaggio. La villa risulta essere ben protetta, ma è l'unico posto da cui poter iniziare a cercare. I team saranno infiltrati tramite barchini d'assalto su LZ Sierra in coord. 1164-9496, da li proseguiranno a piedi in modo occulto verso l'edificio obbiettivo lo assalteranno e cercheranno Info. L'operazione avrà inizio contestualmente ad un attacco da parte dell'Esercito regolare somalo ai danni della milizia di Hassan, questo farà da diversivo alla nostra azione tra gli abitati di Mogadiscio.

OBBIETTIVI

-Infiltrarsi nell'edificio obbiettivo al fine di trovare informazioni su posizione dell'ostaggio;
-Esfiltrare l'ambasciatore Donald Mckanzie su U.S.S Freedom.

SITUAZIONE NEMICA i nemici che operano nell'area fanno parte della milizia "HASSAN" con a capo il signore della guerra Hassan Muhammad, hanno un discreto addestramento al combattimento e sono ben equipaggiati. In particolare sono in possesso di fucili d'assalto AK-47, fucili di precisione SVD Dragunov, mitragliatrici PKP Pecheneg, lancia razzi RPG-7, tecniche armate con mitragliatrici cal.50, mortai da 81 mm, e vecchi pezzi di artiglieria russi. Si esclude la presenza di forze aeree nemiche, non siamo a conoscenza di possibili forniture di mezzi corazzati.

SUPPORTI

Medevac eliportato,callsing MEDUSA;
CAS eliportato, callsing TORPEDO.

MAGLIA RADIO

COMANDO LR CH1

AVIAZIONE LR CH3 + SR CH5

intercom CREW - riservato piloti e tl

COMANDO TF LR CH2 + SR CH8

ALPHA 1.1 CH1
ALPHA 1.2 CH2
ALPHA 1.3 CH3

MOD
@cba_a3
@ace3
@adv-ace cpr
@adv_splint
@cup_terrains_core
@rhs_afrf
@rhs_usf
@ace_compat_rhs_usaf
@ace_compat_rhs_afrf
@mogadiscio Link steam
@VSM_All-in_one_collection Link steam
@MBG_buildings_africanLink steam
@project_opfor
@task_force_radio_beta

9guEventSystem
-TUTOR RECLUTE-

Locked